Aggiornamenti in tempo reale dalla mia pagina Facebook. Seguimi per restare sempre aggiornato!

Daniele Gasparri Astronomia

3 ore 19 minuti fa

La cometa Leonard (di nuovo) in outburst?

Sembra che la cometa Leonard abbia di nuovo aumentato in maniera improvvisa la propria luminosità, tanto che questa sera era visibile a occhio nudo anche dalla città. Qualcuno può confermare?

Per una sera in cui avevo deciso di riposare, dopo averla fotografata per tre giorni di seguito, questa simpatica palletta di neve sporca decide di eruttare di nuovo e dare spettacolo, proprio quando sembrava che stesse per terminare. E' proprio vero che le comete sono come i gatti!

Questa pessima foto l'ho scattata dalla città con il mio smartphone. Si vede che la cometa è piuttosto brillante. A occhio sarà di nuovo almeno di magnitudine 3. Se avete osservazioni o notizie scrivetele pure nei commenti.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

12 ore 51 minuti fa

La cometa Leonard al telescopio

Ecco un'immagine di ieri sera (22 dicembre) che mostra la cometa al telescopio. La coda, anche se più debole, è ancora molto attiva e frastagliata, con dettagli che cambiano nel giro di pochi minuti!
Più tardi posterò anche un'animazione della coda in appena un'ora di tempo.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

15 ore 13 minuti fa

Venti gradi di coda della cometa Leonard!

Abbiamo visto tante meravigliose immagini della cometa, specie dall'emisfero sud, ma tutte si sono concentrate nella porzione centrale della chioma e della coda. In realtà la cometa ha una coda lunghissima, estesa probabilmente per circa 20 gradi. Dall'emisfero nord sembra un piccolo puntino indistinto esteso pochi minuti d'arco, ma non è così!
Questa è un'immagine ottenuta con un semplice obiettivo da 105 mm di focale su fotocamera Sony A7s che mostra la grande estensione della coda.
Impressionante!

Daniele Gasparri Astronomia

18 ore 54 minuti fa

Ammassi aperti nella Poppa

Dopo quattro giorni consecutivi di nebulose, ve ne aspettavate un'altra, vero? E invece no, oggi vi propongo due soggetti molto belli da osservare anche con un semplice binocolo da almeno 50 mm di diametro. Si tratta della coppia di ammassi aperti M46 e M47 situati nella costellazione della Poppa, che probabilmente non avrete mai sentito nominare. No, non è una costellazione australe: si vede bene (più o meno) anche dalle latitudini italiane!
M46 e M47 ricordano vagamente la ben più celebre coppia del doppio ammasso nel Perseo ma io da Atacama non lo vedo e mi devo accontentare di questi due qui 😉

I due ammassi sono dominati entrambi da luminose stelle azzurre, segno che sono oggetti giovani (meno di un miliardo di anni!). M47, a sinistra, è sufficientemente brillante da essere percepito anche a occhio nudo. M46, a destra, è più debole. Questo è un indizio che i due ammassi in realtà non sono collegati tra di loro: M46 si trova a circa il doppio della distanza di M47.

Con un po' di attenzione, vicino al centro di M46 (l'ammasso a destra) noterete qualcosa di strano, una specie di stella sfocata che in realtà stella non è. Che cos'è?

Dati tecnici: Newton Skywatcher 130 PDS su montatura EQ5. Camera ASI 2600MC e media di 6 immagini da 600 secondi.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

1 giorno 22 ore fa

La lunghissima coda della cometa Leonard

Ancora ben visibile a occhio nudo (e posso giurare di aver intravisto la coda), la cometa Leonard ora possiede una cosa lunghissima, oltre 10°! L'ho fotografata ieri sera (21 dicembre) contemporaneamente con il mio telescopio da 130 mm di diametro (foto a destra) e con un obiettivo da 105 mm su fotocamera full frame Sony A7S (a sinistra). Non avrei mai pensato che la coda fosse talmente lunga da uscire dal campo dell'obiettivo. Con il cercatore da 6X30 del mio telescopio la coda già si vedeva bene e usciva addirittura dal campo, ma se non avessi avuto la prova fotografica non avrei creduto a quello che stavano osservando i miei occhi.

Rispetto al giorno precedente (20 dicembre) la cometa è diversa: la coda è più raccolta, più colorata e meno ricca di dettagli nelle zone centrali, mentre la periferia è più irregolare.
Una delle cose belle delle comete è proprio la loro variabilità: ogni giorno cambiano aspetto in una maniera imprevedibile. Chissà come diventerà nei prossimi giorni.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

2 giorni 12 ore fa

La cometa Leonard a occhio nudo.

Ecco un video girato in tempo reale con una fotocamera Sony A7s e obiettivo da 50 mm la sera del 20 dicembre che mostra come si vede nel mio cielo la cometa Leonard. In basso, luminoso, Venere. A destra compare Saturno.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

2 giorni 15 ore fa

LA MERAVIGLIOSA COMETA LEONARD

Eccola qui la cometa del momento, fotografata dal cielo più scuro del mondo (che per l'occasione era velato, ma pazienza!). Dopo l'outburst di ieri, la cometa ora è ben visibile a occhio nudo ma è molto più semplice da osservare dall'emisfero sud. Al telescopio è spettacolare. Guardate l'intricata coda che parte dalla chioma verdastra e che cambia colore all'esterno, segno che qui c'è anche una componente di gas (coda di ioni) che rende il quadro meraviglioso!

In questa foto vedete due versioni della stessa immagine: a sinistra con la cometa e le stelle allineate. A destra con l'allineamento fatto solo sulla cometa. Come tutte le comete, anche la Leonard infatti si muove rapida nel cielo stellato, "lasciandosi dietro" le stelle nelle lunghe esposizioni.

Dati tecnici: Newton Skywatcher 130 PDS su montatura EQ5. Camera ASI 2600MC. Media di 29 immagini da 60 secondi e 31 immagini da 30 secondi.

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

2 giorni 22 ore fa

La cometa Leonard visibile a occhio nudo (meglio dall'emisfero sud)!

L'altro ieri diversi osservatori dell'emisfero sud hanno riportato un brusco aumento della luminosità della cometa Leonard, di circa 10 volte. Il risultato, spettacolare, è questo qui: la cometa è ora ben visibile a occhio nudo. Purtroppo la geometria favorisce noi osservatori dell'emisfero sud, dove si può ammirare relativamente alta nel cielo quanto la luce del tramonto se n'è andata ma dovrebbe risultare visibile (con difficoltà) anche dalle latitudini settentrionali.

Questa foto è la media di 10 scatti da 10 secondi con un obiettivo da 50 mm di focale e fotocamera Sony A7S. Le immagini sono state allineate per le stelle e per il panorama e poi fuse insieme. La cometa formava un bellissimo quadro con Venere, in basso, e Saturno, a destra (lo trovate?). A occhio la sua magnitudine era intorno alla 3 e nel cielo di Atacama era molto evidente. A breve anche una fotografia attraverso il telescopio nella quale si notano dettagli della straordinaria e intricata coda.

Daniele Gasparri Astronomia

3 giorni 20 ore fa

Una stella fiammeggiante nel cielo

Il nome non l'ho inventato io e sì, probabilmente è un po' un'esagerazione perché di fiamme non se ne vedono ma è comunque uno dei quadri più belli (e meno conosciuti) del cielo. Situata nella costellazione dell'Auriga, la Flaming Star Nebula è la porzione centrale di una estesa nebulosa a emissione che circonda la stella AE Aurigae. E' un oggetto sfuggente all'oculare ma in fotografia è straordinario perché la lunga nebulosa a forma di L (la vedete la L, vero?) è adagiata su un morbido tappeto di finissime stelle che rendono il campo simile a uno scrigno di brillanti gioielli.

Dati tecnici: Newton Skywatcher 130 PDS su montatura EQ5. Camera ASI 2600MC e media di 25 immagini da 600 secondi.

Daniele Gasparri Astronomia

4 giorni 20 ore fa

Un albero di Natale cosmico.

In questo periodo non c'è oggetto celeste più in tema della nebulosa che si vede nella foto. Si chiama Albero di Natale e ora, sicuramente, molti di voi ne vedranno la somiglianza. Al centro, infatti, la nebulosa principale ricorda un albero di Natale addobbato di stelle luminose e colorate. Ne approfitto per fare gli auguri di buone feste a tutti voi, ringraziandovi per il supporto (e la sopportazione!).

Dati tecnici: Newton Skywatcher 130 PDS su montatura EQ5. Camera ASI 2600MC e media di 29 immagini da 600 secondi.

Close Menu