Aggiornamenti in tempo reale dalla mia pagina Facebook. Seguimi per restare sempre aggiornato!

Daniele Gasparri Astronomia

2 ore 55 minuti fa

La radiazione cosmica di fondo: il"DNA" dell'Universo. Il cielo, tutto il cielo, è permeato da una radiazione elettromagnetica, uguale in ogni direzione, con una temperatura di 2,725 gradi sopra lo zero assoluto, che si trova a - 273,16°C. Si tratta di un segnale molto debole ma ben definito, un’immensa trasmissione a microonde, le stesse utilizzate dai forni, dai telefoni cellulari e da ogni apparecchio di comunicazione radio. Puoi scegliere tu il paragone che più ti aggrada: un enorme forno a microonde oppure la trasmissione radio più antica che potremmo mai trovare in tutto il Cosmo. Questo segnale rappresenta la temperatura dell’Universo lontano da stelle, galassie e qualsiasi sorgente di calore ma, come una vera e propria trasmissione radio, contiene moltissime informazioni. Potremmo addirittura considerare la radiazione cosmica di fondo come una foto del DNA dell’Universo, nella quale è scritta tutta la storia e l’evoluzione futura, di ogni corpo celeste e dell’Universo stesso. Tutte le leggi fisiche, le proprietà dello spazio, del tempo, il modo in cui si sarebbe espanso, la distribuzione dei corpi celesti, persino i loro movimenti e scontri, sono scritti in questa specie di codice genetico primordiale. In una porzione infinitesima di quello strano calore primordiale è scritta anche tutta la nostra storia, e prima di noi le regole per plasmare il DNA da composti che ancora non esistevano ma che ben presto sarebbero stati creati. Quella lontana sorgente è il nostro più antico antenato, il comune genitore di qualsiasi cosa potrai mai vedere qui e in tutto

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

8 ore 59 minuti fa

La gigantesca M87 Quasi nel cuore dell'ammasso della Vergine giace un'enorme galassia ellittica chiamata M87, o Virgo A. In apparenza è una delle tante galassie ellittiche, senza dettagli e senza forme, che si possono osservare nel cielo. Ma la bellezza nell'astronomia sta nei dettagli e questa immagine ne è piena. Il dettaglio principale si trova nei pressi del centro: è una piccola protuberanza brillante che esce dal nucleo, quasi impercettibile. Stiamo osservando un cosiddetto getto relativistico: una specie di cannone laser lungo decine di migliaia di anni luce e composto da particelle cariche, principalmente elettroni, che viaggiano quasi alla velocità della luce (ma proprio quasi, oltre il 99,9%!). Questo enorme cannone, che sterilizzerebbe ogni pianeta si trovasse entro la sua gittata, è generato dall'attività del buco nero supermassiccio che si trova nascosto al centro, con una massa di miliardi di volte quella del Sole. Forse già lo abbiamo conosciuto grazie a una storica foto "scattata" nelle onde radio qualche anno fa (googlare "m87 black hole" per maggior informazioni!). Con strumenti amatoriali e nelle lunghezze d'onda visibili il buco nero è invisibile ma possiamo ben notare il suo effetto sull'ambiente circostante, proprio con questo immenso getto di particelle cariche. Il secondo dettaglio è più elusivo, ma rende bene l'idea di quanto sia immensa questa galassia. Riuscite a notare che nei pressi del suo alone sembra aumentare la densità di piccole e deboli stelle? Bene, queste non sono stelle della nostra galassia ma ammassi globulari di M87! Ne stiamo osservando centinaia, probabilmente

Daniele Gasparri Astronomia

23 ore 16 minuti fa

Español: hoy a las 19 hora de Chile (23:00 Hora de Greenwich) tendré una charla sobre los cielos de Atacama, gracias a PAR Explora Atacama!
Donde? Canal de youtube PAR Explora Atacama: www.youtube.com/channel/UCrpZq21m0BKf-0AlNlS69mw
Pagina facebook de PAR Explora Atacama: www.facebook.com/parexploraatacama

Daniele Gasparri Astronomia

1 giorno 2 ore fa

Se le stelle utilizzano l’energia nucleare, perché non esplodono come delle enormi bombe? Nell’Universo ci sono molti corpi celesti, addirittura particelle atomiche, che mostrano, persino senza rendersene conto, molta più responsabilità e amor proprio degli esseri umani. Tutte le stelle producono energia grazie a processi di fusione nucleare (da non confondere con la fissione, che è il processo inverso!) Le stelle come riescono a regolare, senza averne coscienza, un processo che ha il potenziale di creare immense bombe atomiche? Anche in questo caso, gli strabilianti e perfetti meccanismi della Natura non si smentiscono. Le reazioni principali di fusione negli interni stellari avvengono tra un nucleo di idrogeno e uno di deuterio. Il deuterio non è altro che un nucleo di idrogeno al quale è legato un neutrone. All’interno delle stelle, però, il deuterio non esiste in grandi quantità, perché non vi sono neutroni liberi con cui i protoni possono legarsi. Inoltre, un neutrone libero ha una vita media limitata ad appena 15 minuti in condizioni “normali”, dopodiché si trasforma spontaneamente in altre particelle. Sono proprio queste due proprietà a regolare la velocità delle reazioni ed evitare alle stelle di esplodere. Il neutrone necessario per formare il deuterio deriva da una trasformazione molto rara, detta decadimento beta inverso. In parole semplici, quando un protone, un elettrone, una particella chiamata antineutrino e un po’ di energia si incontrano nel nucleo delle stelle, possono dare vita a un neutrone, che dovrà essere catturato da un altro protone entro 15 minuti per formare il

Daniele Gasparri Astronomia is in Atacama Region.

1 giorno 9 ore fa

M55: un globulare sconosciuto.

Immerso nelle dense nubi stellari della Via Lattea, quasi nessuno conosce M55, eppure è addirittura più esteso del famoso M13. Non è molto brillante ma è facile da osservare perché è poco denso.
Quanti di voi conoscevano questo sottovalutato oggetto?

Daniele Gasparri Astronomia

2 giorni 3 ore fa

A cosa serve nella vita pratica l’astronomia? Tantissime persone mi hanno fatto questa domanda. La risposta iniziale è sempre stata la stessa: nella nostra vita facciamo tante cose che potrebbero non avere riscontri pratici, ma questo non implica che non siano belle e divertenti. Tutti gli sport, tutte le forme d’arte, la letteratura, la filosofia, la musica; tutto ciò che rende nobile l’animo dell’essere umano e ci fa divertire, ben oltre i pochi minuti di una partita ai videogiochi, non ha utilità pratica. Si potrebbe benissimo vivere senza, eppure, spesso, è il riempimento perfetto delle nostre vite, il delizioso e cremoso cioccolato che rende qualsiasi torta inspiegabilmente deliziosa. L’astronomia, in quanto disciplina scientifica, provvede in modo diretto alla sete di conoscenza dell’uomo, alla voglia di scoprire, al desiderio di comprendere meglio le proprie origini e il significato della vita. L’astronomia è delizia per l’anima e il corpo, perché non c’è azione di più incontaminata bellezza che alzare gli occhi al cielo e perdersi volando attraverso quel piccolo angolo di Universo che abbiamo cominciato a esplorare con tanta fatica. Non ci sono limiti, non esistono ingiustizie, niente problemi appartenenti a questo nostro mondo artificiale. Per l’Universo siamo tutti uguali; nell’Universo possiamo trovare le risposte a tutte le nostre domande, un incredibile sollievo alle nostre paure e un’eterna energia per alimentare le nostre speranze. Ma c’è anche un lato pratico, ovviamente. La ricerca astronomica, come ogni altro ambito di studio scientifico, segue una regola fondamentale e molto potente: non importa cosa si

Daniele Gasparri Astronomia is in Copiapó, Atacama.

2 giorni 5 ore fa

Qualcuno ha comprato un telescopio nuovo? Perché qui ad Atacama oggi ci sono tuoni e fulmini! 😱

Daniele Gasparri Astronomia is in Inca De Oro, Atacama, Chile.

2 giorni 8 ore fa

Sono da solo su Marte e sto preparandomi per osservare il cielo!
No, sono ad Atacama ma davvero sembra di essere su Marte. 😉

Daniele Gasparri Astronomia

3 giorni 3 ore fa

Come si diventa astronomi? Con tanta, tanta fatica. Ma non c’è da spaventarsi: le cose ottenute senza fatica non danno soddisfazione, e spesso non sono neanche importanti. Per (sperare di) diventare astronomi professionisti è necessario seguire un percorso di studi universitari lungo e difficile, ma con passione e buona volontà tutti possono ambire a questa professione. Si inizia con una laurea in astronomia, oppure in fisica. Si deve poi proseguire con una laurea magistrale di due anni in astrofisica o cosmologia, poi vincere una borsa di studio per un dottorato di tre/quattro anni, in Italia o in qualsiasi parte del mondo. Alla fine del dottorato si diventa a pieno titolo dottori in astronomia e ricercatori. Si può partecipare a concorsi e inviare il proprio curriculum in giro per il mondo, aspettando con pazienza che qualche centro di ricerca si interessi. Le possibilità di lavoro in Italia sono purtroppo scarse nel settore della ricerca. Molti astronomi trovano occupazione in aziende private, soprattutto come programmatori, oppure intraprendono la difficile strada dell’insegnamento. Le prospettive sono decisamente migliori se allarghiamo i nostri orizzonti oltre l’Italia, se non altro per una mera questione di probabilità. D’altra parte, un astronomo è una persona che deve essere flessibile, parlare bene almeno l’inglese e disposto a viaggiare in tutto il mondo. Si può fare astronomia anche per passione, senza dover sottostare alle rigide regole accademiche e godendo di qualcosa a cui gli astronomi professionisti non sono più abituati: il contatto diretto con il cielo, l’osservazione con il proprio

Daniele Gasparri Astronomia is in Inca De Oro, Atacama, Chile.

3 giorni 8 ore fa

La luce del tramonto sta per sparire, le prime stelle si sono già accese. E' incredibile come qui ad Atacama già pochi minuti dopo il tramonto si possano vedere le stelle. Spettacolari colori da una parte e le gemme più brillanti del cielo dall'altra. Non ci può essere un inizio di notte migliore di questo!

Close Menu