Le stelle variabili: conoscere le loro proprietà e la loro struttura

Molti sono abituati a pensare le stelle come oggetti statici, dalla luminosità fissa, invece molte di esse sono oggetti estremamente dinamici ed interessanti; le cosiddette stelle variabili variano la loro luminosità in maniera consistente anche nel giro di poche decine di minuti; analizzando tali variazioni è possibile ricavare informazioni sull'età, sulla grandezza, sulla temperatura e a volte anche sulla loro distanza. Le stelle variabili sono moltissime e solo una piccola parte è stata scoperta e catalogata: la loro ricerca e studio (almeno preliminare) è affidato agli astrofili, e non è richiesta nessuna strumentazione particolare, se non un sensore digitale per la ripresa e successiva analisi delle immagini.

Si stima che il 50% delle stelle, ma forse anche un numero maggiore, siano variabili, cioè la loro luce, per qualche fenomeno fisico e/o cinematico, varia nel tempo; le prime sono definite variabili intrinseche, mentre le seconde estrinseche. La loro scoperta è stata quasi sempre appannaggio degli osservatori professionali fino a qualche decennio fa, poi la mano è passata agli astronomi amatoriali, poiché i professionisti non hanno ne le risorse ne il tempo per scoprire e classificare le migliaia di variabili presenti nel cielo.

Perché una stella varia la propria luminosità? Quali meccanismi ci sono alla base?

Intanto, come in ogni indagine scientifica, bisogna analizzare molte di queste stelle e capire se il loro modo di variare luminosità sia sempre lo stesso; se la risposta fosse affermativa è probabile che alla base ci sia un unico processo fisico.

Le cose naturalmente non sono così semplici: le variabili intrinseche hanno molti modi per variare la loro luminosità ed anche le estrinseche possono variare in due modi diversi, segno che ci sono almeno 2 diverse situazioni dinamiche. Uno schema dei principali tipi di variabili, raggruppati in 4 classi, è raffigurato nello schema a destra.

Per un approfondimento sulle variabili pulsanti e la loro importanza, clicca qui

 

Le mie curve di luce

Una nuova variabile scoperta casualmente nello stesso campo di ripresa del pianeta extrasolare trEs-4

Una delle centinaia di variabili irregolari immerse nella nebulosa di Orione

 

Una nuova variabile scoperta nel campo di ripresa del pianeta extrasolare HD17156_b